Regolamento delle attività sezionali



I soci di qualsiasi Sezione del C.A.I., purché in regola con le quote associative, possono partecipare a tutte le attività organizzate dalla Sezione di Siracusa: in particolare, per quanto riguarda le escursioni – che si intendono comprensive anche delle cicloescursioni -, possono parteciparvi previa prenotazione e verifica di idoneità da parte del Direttore di Escursione.
Nel caso però di escursioni che, per motivi logistici e/o tecnici, impongano un numero limitato di partecipanti, sarà data preferenza ai Soci della Sezione organizzatrice.

I non Soci possono partecipare a tutte le attività promozionali.
Per quanto riguarda le escursioni, i non soci, purché presentati da un Socio e sempre previa prenotazione da formalizzare obbligatoriamente in Sede entro il giorno della presentazione dell’evento e dell’illustrazione del percorso, possono partecipare a quelle classificate "T", "E", “EE”, “TC”, “MC” ed “EAI” (limitatamente alle ciaspolate) solo ed esclusivamente a seguito di consenso del Direttore di escursione e comunque sotto la piena responsabilità del Socio presentatore. I non Soci sono quindi categoricamente esclusi dalle escursioni classificate "BC”, “OC”, “EEA" ed a quelle di più giorni.
I non Soci, infine, possono partecipare a non più di 3 escursioni nel corso dell'anno sociale.

Il programma annuale delle attività viene consegnato ai Soci della Sezione all’inizio di ciascun anno: eventuali variazioni, approvate dal C.D. o, per motivi d’urgenza, dal Presidente, sono rese note ai Soci tramite affissione in bacheca oppure con i mezzi di comunicazione ritenuti più idonei.

Il programma della singola escursione verrà illustrato in sede, dal D.E., il venerdì sera antecedente la data della sua effettuazione, salvo diversa comunicazione. In tale occasione, coloro che intendono prenotarsi devono innanzitutto prendere visione e coscienza del programma dell’escursione e delle attività incluse, delle sue caratteristiche tecniche e delle sue difficoltà, al fine di valutare attentamente la propria preparazione psicofisica, l’idoneità e l’adeguatezza della propria attrezzatura in funzione di una partecipazione in sicurezza per se stessi e per gli altri.

I partecipanti dovranno scrupolosamente osservare le disposizioni impartite dal D.E. e dai suoi collaboratori.

Le escursioni, di norma, si svolgono con qualsiasi tempo.

Non sono ammessi animali, salvo deroghe autorizzate di volta in volta dal D.E., sentito il Presidente.

In caso di escursioni che comportano prenotazioni di mezzi di trasporto, posti letto e/o ristoranti, si dovrà versare un anticipo sul costo previsto, stabilito dal D.E., che verrà restituito solo in caso di annullamento dell’attività stessa.

Non si attendono i ritardatari, e nel caso di escursione con uso di pullman, la quota versata non sarà restituita.

Non è consentito raccogliere fiori, frutta o piante.

Non è consentito inoltre accendere fuochi, salvo autorizzazione del D.E..

Ciascuno deve riportare indietro i rifiuti che produce, deve evitare di disturbare gli animali, di uscire inutilmente dal sentiero o di usare scorciatoie, ricordandosi sempre di essere un ospite.

Ciascuno deve adottare tutti gli accorgimenti atti a garantire la propria e l’altrui incolumità e dovrà comportarsi con spirito di solidarietà e di mutuo soccorso.

I Soci ed i non Soci che partecipano alle escursioni ed a tutte le attività organizzate dalla Sezione C.A.I. di Siracusa esonerano espressamente la Sezione stessa, i Direttori di Escursione ed i loro collaboratori da ogni responsabilità per eventuali infortuni e/o danni di qualsiasi natura che si dovessero verificare prima, durante e dopo lo svolgimento delle escursioni o delle altre attività, sottoscrivendo apposita dichiarazione liberatoria.

Tutti i partecipanti accettano inoltre, con la loro adesione, le riprese amatoriali video-fotografiche dell’attività sociale, prodotte ai fini documentali e promozionali dell’associazione, autorizzandone la pubblicazione con l’eventuale loro immagine su bacheche, siti web – FB e/o altri mezzi di comunicazione della sezione.

Per i non soci è comunque possibile richiedere, per ogni singola attività programmata, un’apposita Assicurazione contro eventuali infortuni (ed eventuale anche Soccorso Alpino), previo pagamento del relativo premio da versare in sede il venerdì sera antecedente la data della sua effettuazione.

Punto di riunione per le escursioni è in Piazza Adda (zona parcheggio), se non diversamente indicato.


SUGGERIMENTI
CALDAMENTE CONSIGLIATI PER PARTECIPARE AD UNA ESCURSIONE
Occorre:
• Innanzitutto predisporsi ad essere ampiamente disponibili a condividere emozioni e sensazioni con gli altri partecipanti, a scambiare le proprie opinioni e conoscenze, cercando comunque di solidarizzare quanto più possibile nel massimo rispetto di tutte le singole personalità;
• essere pronti a disconnettersi dal modello di vita quotidiano, liberandosi da ogni legame con tutte le fonti di stress;
• prepararsi ad ascoltare e rispettare la natura: è sicuramente positivo conoscere gli altri e scambiarsi le esperienze, ma è anche vero che il silenzio ci permette di gustare forti emozioni e di apprezzare linguaggi differenti. Il sibilo del vento, lo scorrere dell’acqua, il canto degli uccelli e le altre voci della natura meritano la nostra attenzione;
• informarsi preventivamente e dettagliatamente sul tipo di escursione alla quale si intende partecipare, sia per valutare se la propria preparazione è compatibile con le difficoltà del percorso, sia per allestire uno zaino con cibo, attrezzature e abbigliamento adeguati: ricordiamoci che l’approssimazione può nuocere a noi stessi e complicare la vita agli altri. Nel cammino ogni chilo pesa sulle spalle, ma anche sulla mente: bisogna essere quindi essenziali;
• ricordarsi che chi coordina l’escursione si adopera per la buona riuscita della stessa, ma non è la nostra balia: gli imprevisti e le variazioni di programma vanno vissuti come ulteriori arricchimenti e sono da accogliere con spirito costruttivo senza lagnanze o drammi;
• non dimenticare mai che siamo ospiti e non padroni dell’ambiente: rispettarlo è il primo passo per imparare a rispettare gli altri;
• ricordarsi infine che il nostro motto è:
‘CAMMINARE per CONOSCERE,
CONOSCERE per AMARE,
AMARE per TUTELARE’